Wolfgang Tillmans, 2017

t10

2017: è il lapidario titolo della mostra di Wolfgang Tillmans appena aperta alla Tate Modern di Londra. Tillmans è tra i fotografi più importanti che lavorano in questi anni e riassume nella sua pratica molti dei punti di interesse della ricerca contemporanea. Che si ritrovano puntualmente in queste belle 14 sale piene zeppe di immagini ed idee.

t1

Quasi da solo Tillmans ha cambiato il modo di concepire gli allestimenti delle mostre di fotografia, facendo esplodere i concetti di ordine e simmetria  in favore di immagini presentate in istallazioni complesse: stampe enormi si alternano a fotocopie in bianco e nero spiegazzate, a piccole fotografie stampate industrialmente e in maniera dozzinale, a carte fotografiche piegate in modo da assomigliare a sculture, ad altre realizzate senza la macchina fotografica, a stampe inkjet… Alcuni lavori sono incorniciati, molti altri no, molti sono appesi con le puntine o con le clip; non c’è nessuna uniformità di taglia o di soggetto. E’ fotografia, ma a frontiere nuove.

t5

E in più lo spazio è occupato da questi lavori in maniera eccentrica: una foto può essere appesa da sola vicino al soffitto mentre altre sono disposte a griglia in un angolo e altre ancora sono avvicinate in un gruppone tutte insieme appassionatamente. Senza logica apparente.

t9

Tillmans, tedesco classe 1968, ha vissuto a Londra per molti anni dall’inizio degli anni Novanta. Lì si è trovato a vivere il passaggio epocale tra fotografia analogica e quella digitale, e utilizzando entrambe ha documentato prima di tanti altri la street culture, la crescita del Gay Pride, la vita notturna della città nei suoi club, mixando lo straordinario con il banale e il comune. E arrivando ad essere il cantore, per così dire, di quei mix complessi e frantumati che sono gli orizzonti culturali del nostro tempo. L’Inghilterra lo ha premiato: nel 2000 a 32 anni ha vinto, primo fotografo al mondo, il Turner Prize; onorificenze accademiche di ogni tipo si sono poi susseguite.

t7

Tutto questo non ha però abbattuto il suo interesse per temi sociali e politici. Oltre a immagini che hanno a vario titolo a che fare con i concetti di frontiere, in mostra si vede anche l’istallazione Truth Study Center 2005 – ongoing, composta da numerosi tavoli coperti da ritagli di giornali, che esplorano come i media disseminano le notizie nel mondo. Un lavoro perfettamente topico nella nostra epoca di post-verità, storytelling e affini.

t4

In più la mostra presenta altri suoi interessi: video, pubblicazioni, foto di moda, pezzi scultorei, progetti curatoriali e musicali, e performances.

t8

Wolfgang Tillmans è fotografo della “realtà” indagata nel dettaglio infinitesimale grazie a macchine ad altissima risoluzione; fotografo astratto nei lavori fatti creare dalle stampanti sporche, o dalla luce tracciata direttamente sulle carte in camera oscura; fotografo di immagini che nascono tra caso e controllo, e che indagano i rapporti tra immagine meccanica, scultura e il corpo, per esplorare la coesistenza nelle nostre vite delle sfere del personale, del politico, del pubblico e del privato. Per il nostro tempo confuso e contraddittorio, un fotografo a tutto tondo.

2014-058-paper-drop-prinzessinnenstrasse-a-_a4

2012-031-astro-crustoa_a4

2011-114-collum_a4

2010-116-iguazu_a4Margherita Abbozzo. Tutte le foto sono mie, a parte le ultime quattro, nell’ordine: paper drop Prinzessinenstrasse 2014 @ Wolfang Tillmans; astro crusto, a 2012, @ Wolfgang Tillmans; Collum 2011, @Wolfgang Tillmans; Iguazu 2010, @Wolfgang Tillmans.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in arte contemporanea, Cultura Contemporanea, Fotografia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Wolfgang Tillmans, 2017

  1. margherita verdi ha detto:

    interessantissimo, grazie!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...